Caiazzo. Ha commosso tutti il ricordo di Nino Marcuccio delineato nel duomo dall’ultimogenita Ivania

marcuccionino-fotoricordo-332x466Eccezionalmente affollato anche di sera il duomo per la celebrazione del trigesimodalla scomparsa di Giovanni Marcuccio meglio noto come “il professore” e ancor più come “Nino”, semplicemente come sempre è vissuto il compianto ex amministratore comunale di primo piano, presidente della Pro Loco, artista versatile e soprattutto innamorato svisceratamente  della sua Caiazzo oltre che dei propri, inconsolabili familiari: la vedova Luisa Costantino, le figlie Ersilia, Lucia, Ivania e i nipoti tutti.

E proprio Ivania, che forse maggiormente ha avuto l’opportunità di attingere dalla sua saggezza, potendo assistere maggiormente il papà negli ultimi anni, quando un male ribelle ha quasi ridotto all’immobilità Lui che sempre era stato super dinamico, ha commosso tutti leggendo, al termine della funzione officiata da don Antonio Di Lorenzo, una missiva idealmente indirizzata al compianto genitore, lettera dalla quale traspare tutto il tormento di una giovanissima madre ritrovatasi senza un punto di riferimento esemplare come quello rappresentato da un uomo onesto e probo come Nino Marcuccio.

Commozione tale da indurre i fedeli a rimarcare l’apprezzamento con un lungo, scrosciante applauso mentre, anche a nome degli altri congiunti, Ivania Marcuccio leggeva, visibilmente emozionata e provata, gli ultimi righi della seguente missiva:

Caro papà è trascorso solo un mese da quando non ci sei più: sembra un secolo!d

Dopo tutti i riconoscimenti e le lodi che ti sono stati fatti in occasione della tua scomparsa, io, tua figlia Ivania, desidero parlare di te con tutto il mio personale dolore, per come hai sempre sofferto come uomo pubblico, anche se ammirato ma contrastato ingiustamente per anni, anche se eri il più bravo, il più forte, il più preparato, con mille progetti per il tuo amato paese (Caiazzo).

Desidero ancora di più parlare di te come uomo buono che sei stato e che hai tanto dato, tanto sofferto, specie negli ultimi anni, che per te sono stati terribili sopratutto per la grave malattia che ti ha impedito di uscire di casa ogni giorno, come eri abituato da sempre, per lavorare e per vivere in mezzo alla gente.

Nell ultimo periodo hai sofferto di solitudine, però ti impegnavi comunque a scrivere e a disegnare, questo fino alla fine, e a dare affetti ai miei figli che ti sono stati sempre vicini con amore.

Non dimenticherò mai gli ultimi mesi passati tra una clinica e l’altra, dove, da un etto mi raccontavi i tuoi progetti, sembravi un “leone ruggente”.

Oggi, papà, cosi ti definisco: hai lasciato in me l’eco del tuo ruggito.

Ti voglio bene, mi manchi.

Grazie ancora di tutto quello che hai fatto per me… certamente il Signore ti ha voluto con sé e ti avrà premiato donandoti la felicità dovuta…

L’iper attivismo, in particolare per la promozione territoriale, però, non si è estinto con il compianto, atteso che proprio in questi giorni sta muovendo i primi passi l’associazione Pro Loco di Gessate, popoloso centro milanese in cui il destino ha voluto che si trasferisse Lucia Marcuccio, secondogenita del grande Nino, che “naturalmente” è stata propiziatrice e prima sostenitrice dell’iniziativa.

E la presentazione avverrà in diretta radiofonica: mezzo di comunicazione nel quale ugualmente, all’epoca delle “radio libere”, nella sua Caiazzo ha dimostrato talento da vendere il compianto, ma questa è altra storia, della quale contiamo di riferire a strettissimo giro…

La foto è tratta dall’immaginetta ricordo distribuita al termine della funzione

(News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: