Cancello Arnone. Petizioni parlamentari, è casertano il ‘recordman’ mondiale: l’ex sindaco Di Pasquale

L’ex sindaco di Cancello ed Arnone, Francesco D Pasquale, all’epoca (1975) forse il più giovane d’Italia, a 26 anni, e del M.S.I.-D.N., primatista in Italia di petizioni al Parlamento Italiano, con 3.000 istanze,  è “il recordman mondiale di petizioni e potrebbe esserlo di tutti i tempi, con circa 12.000 note inviate”.

“L a fede che smuove le montagne ed è amore di vita assieme”; “Ho sfidato e combattuto tutte le ingiustizie, per inseguire il sogno della Giustizia, e sono stato ricambiato e questo è la mia forza, la mia fede”.

Le petizioni come istanze alle istituzioni ed organismi istituzioni, ed altri.

La notizia già riportata nel 2012 da alcuni organi d’informazione.

Un infinità di problemi  continuamente affrontati e tantissimi risolti, e tantissime proposte, idee e suggerimenti per migliorare la vita di tutti.

Il sogno, continuare sempre.

Dedicato all’umanità, alla mia cara Patria ITALIA, che è sempre il mio cuore, alla mia comunità e a tutte le famiglie, alla mia famiglia e parenti tutti, alle amicizie della mia vita e a tutti quelli che ho incontrati, e alla mia comunità ideale.

Noi nella comunità e la comunità in noi.

Ci sono tanti sogni ancora.

E il nostro destino, l’avvenire, i nostri pensieri, stanno nelle mani di DIO.

Noi facciamo tutti parte di un grandissimo disegno divino, immenso e bello, di un disegno d’Amore, insieme a tutti nel  Creato della Gloria DI DIO.

E sino a che esistiamo dobbiamo esprimere quello che DIO  ci ha dato di buono.

Ognuno di noi è un vulcano di cose buone, di talenti divini, e perciò non possiamo tenerci dentro quello che di buono non è nostro, ma rimane nostro solo la difesa di questi valori.

E  tutto quello che sono i ricordi, gli impegni, tutta la nostra vita, fa parte della nostra storia, che va difesa, va ancora insegnata, perché questo mondo è in rovina e va ricostruito dalle fondamenta di nuovo con la storia dell’umanità, che è storia di valori.

L’attività inizia dal 1972-73. Infatti La prima nota pubblica è la lettera inviata al prefetto di Caserta, per la sistemazione del fosso in via E. Fieramosca, nella curva, di fronte all’accesso all’argine. Ebbene, a seguito di questa lettera ci fu poi l’intervento dell’Amministrazione Comunale, che fece coprire questo canale. Seguì una nota, in qualità di vice corrispondente,  al giornale il Roma, di Napoli che riportò il seguente articolo: Cancello ed Arnone, un carretto, un asino e due spazzini. I rifiuti che venivano messi sul carretto, e la parte liquida che scendeva a terra, in mezzo alla strada. Poco tempo dopo una mattina si videro in Piazza Municipio n. 3 mezzi della N.U.

E’ comunque dagli inizi degli anni 80, poi vi è stata una fortissima accelerazione dal 97 in poi, che Di Pasquale scrive lettere alle istituzioni ed organismi istituzionali. C’ è stato un periodo, appunto quello del 97 in poi, che sono state inviate dalle dieci alle venti lettere alla settimana.

Le petizioni inviate al Parlamento Italiano, che sono ora 3.000, tanto che hanno dato il record nazionale della specialità a Di Pasquale, sono come si usa dire la ciliegia sulla torta, nel senso che sono il coronamento della lunghissima “attività politica”, intesa come difesa delle istituzioni e tradizioni, dei valori e principi, dei diritti dei cittadini. In ordine di quantità, l’elenco delle istituzioni o organismi istituzionali a cui sono state dirette le petizioni: Comune di Cancello ed Arnone (anche tanti altri Comuni, specie quelli vicini o del Basso Volturno).

Parlamento Italiano, petizioni, cui all’art. 50 della Costituzione italiana (sono state inviate anche tante altre note su vari argomenti). Case Popolari di Caserta, Prefettura di Caserta, Consorzio Idrico di Caserta. Provincia di Caserta.  Consorzio di Bonifica di Caserta. Regione Campania, Napoli. Lettere inviate alle istituzioni nazionale (Presidente della Repubblica, Presidente della Camera, vari Ministeri, altre istituzioni.). Lettere inviate al partito – parlamentari, M.S.I.-D.N./ A.N.- ora F.d.I.-A.N.

Tante altre note e segnalazioni varie ad altri organismi istituzionali. – Ci sono poi anche le petizioni al Parlamento Europeo, all’incirca 20. Gli argomenti trattati, per ordine di impegno: Acqua, particolarmente la rete idrica “Falciano-Cancello ed Arnone”, superate abbondantemente le mille note. – Case Popolari, circa mille note. Mercato. Casa Comunale – Centro Direzionale, di via L. Settembrini. Argini E fiume Volturno, ambiente in genere.

Tasse, impegno continuo  per una giusta tassazione. Strade in genere, compreso la segnaletica. Bonifica e vincoli dell’Autorità di Bacino. Sanità- famosa la battaglia a livello regionale per quanto riguarda lo sciopero dei farmacisti, quando intervenne anche il Presidente della Repubblica, altri interventi. Piano Regolatore, adottato, anno 1998/1999. Stazione ferroviaria locale-fermata treni. Documenti presentati nei vari Consigli Comunali ed anche nelle Commissioni locali.
Impegno per la Consulta degli Anziani.

Tantissimi i traguardi raggiunti. Eccone soli alcuni: Famosa la legge “Di Pasquale”, per quanto riguarda gli scrutatori. Case Popolari. Argini e sistemazione ponte Garibaldi – barriere e marciapiedi (Anno 2.001). Strade e segnaletica. Mercato. Ambiente. Problematiche idriche. Assistenza farmaceutica -sciopero farmacisti, prima citato.  E altre.

Nel 1975-1976 c’è stato l’impegno contro l’escavazione abusiva della sabbia al fiume Volturno. Fermata.

All’inizio degli anni 90 un altro impegno: discarica di Bortolotto….

Per l’ambiente, tante e tante iniziative- proposte, dal problema dei materiali inerti agli ingombranti, ed isole ecologiche- inizio anni 90. Prima, 1997, proposta a livello regionale dell’istituzione delle guardie ecologiche, poi portata avanti a tutti i livelli, assieme all’altra proposta di giornate ecologiche.

Nel 1993, su sua proposta, fu celebrata in Cancello ed Arnone la prima giornata ecologica, con la pulizia della piazza-regalo di contenitori, argini in via Giovanni XXIII,  altro…. Tanta partecipazione, soprattutto anziani: tutto riportato dagli organi di informazione.

Per il problema sversamento rifiuti tante proposte, tra cui il controllo continuo e satellitare.

“E nel 2.000”, lettera politica alle istituzioni, firmata dai responsabili politici di A.N.  della zona, tra cui, primo firmatario, Di Pasquale, per frenare-controllare tutto questo.  L’articolo fu pubblicato sul Mattino. E poi anche problema roghi.

E  ci sono anche proposte per migliorare il servizio di raccolta rifiuti, liberalizzando completamente lo stesso servizio.

E ancor prima è iniziata pure la battaglia per le tasse alte in Campania, partendo dai rifiuti, che specie nella provincia di Caserta era alta, è ancora alta rispetto ad altre realtà nazionali.

Tante battaglie per la difesa delle tradizioni- dei valori dell’umanità: Famiglia e contro il divorzio- 1974. Poi per la vita e contro l’aborto e la droga. Per quanto concerne la droga, ci sono tantissime petizioni abbinate alla legge Bossi-Fini.

Tante battaglie per la legalità, il senso dello Stato, il senso civico e l’educazione, e anche il senso della comunità.

E ci sono impegni pubblici per la moralizzazione della vita pubblica italiana, quindi nella Pubblica Amministrazione, vero problema da sempre. Non solo queste cose hanno caratterizzato la sua vita, ma ci sono stati veri e propri appelli. 1983-1984 documento letto in Consiglio Comunale. Poi la lettera aperta, anni 90, inizio, al Papa e al Presidente della Repubblica, letta anche nel Consiglio Pastorale del paese. A seguire,  altri interventi.

Anche sicurezza cittadini.

E la questione immigrazione selvaggia, che sta diventando un problema di ordine pubblico e non solo. E tale problema, quando si era solo all’inizio, 1990, nel primo periodo, già fu affrontato con una lettera a tante istituzioni, ed anche con una nota alle istituzioni religiose della zona…………

Poi: R. D. auto, impegno a tutti i livelli, per la tariffa nazionale unica, contro la discriminazione del Sud, soprattutto la Campania.

Tasse. Quella più appassionata per la ricerca e la difesa del senso della giustizia, che è l’ideale a cui bisogna tendere. E’ stato stilato un opuscolo per le battaglie contro le ingiuste tasse. Anno 1998, mese di settembre. Poi aggiornato, e in aggiornamento. Qui ci sono le iniziative e i risultati.

Vi è la proposta della riduzione del 50% delle bollette dell’acqua, epoca Napoletanagas, concretizzata con delibera di C.C., Cancello ed Arnone, del 25.11.1997.

E prima ci le riduzioni di alcune tasse proposte dal sottoscritto.

Idee e progetti: Parco naturale sul Volturno; valorizzazione del fiume Volturno, attraverso un concorso di idee a livello regionale-nazionale-europeo.

Inoltre: Proposta di “Problematiche ambientali in Campania- Terra dei fuochi”, e varie problematiche, come tasse alte in Campania, problematiche idriche. Approvata dal C.C. di Cancello ed Arnone, il 29.11.2013, delibera n. 20.

Proposta per affrontare tutta la problematica delle tasse, che parte dal concetto di tassa, secondo criteri di giustizia, autotutela, Commissione cittadini, servizio non completo, vedi acqua- con facoltà di sospensione/riduzione delle bollette, poi problema di ricevute di pagamento, a tutela del cittadino.

E problema casa, agevolazioni familiari. Delibera di C.C., Cancello ed Arnone, n. 5, del 15.01.2015. E  ci sono tantissime e continue iniziative a tutti i livelli in merito al tema delicatissimo delle tasse. Nulla è stato mai trascurato, e vi è anche la questione della giusta valutazione dei terreni, ai fini Ici-Imu, affinchè gli accertamenti fossero tutti regolari, che tenessero conto soprattutto della certificazione urbanistica, quindi del grado di edificabilità-anche indice, nonché zona. Proposta della mappa dei terreni, continuamente aggiornata.

Ultimamente: Impegno continuo per le strade provinciali e problematiche della Provincia. Varie problematiche ambientali. Interventi a tutti i livelli.

E pochi giorni fa: Rilancio della proposta, dell’anno 2.005, problema acqua, quotidiano di Caserta, per concordare assieme la possibilità di sospendere i pagamenti, sino a che non si risolva definitivamente tutta la problematica.

In alternativa, sempre la riduzione del 50% delle bollette, per i moti noti, spese extra, quindi disagi cittadini, cosa poi anche fatta in passato come lotta di cittadini, ed anche fatta da alcuni a livello singolo.

Il tutto da studiare, valutare insieme, perché riesca come giusta rivendicazione, e per dare forza all’azione di vedere finalmente risolto la tematica, che dipende sempre, quasi interamente dalla famosa rete idrica “Falciano- Cancello ed Arnone”, per quale ci stanno tanti e tantissimi interventi, dal 94-95, e soprattutto dopo il 2.000. Esiste una delibera di C.C. , Cancello ed Arnone, proposta del sottoscritto, e tante note, tante riunioni, tantissimi impegni continui.

Casa-famiglia. Impegno nazionale perché  il concetto di casa-famiglia non sia cosa diviso, ma rimanga unito, nel senso che  difendendo la famiglia si difenda pure la casa, come dimora, storia di vita di valori. E che, sino a che ci abita una famiglia, con figli, anziani, eccetera, la casa non va toccata. E’ proprietà privata, di vita, del nucleo familiare.

Le iniziative sono state riportate dai giornali, all’inizio Il Mattino, poi tanti altri.

Alcuni mesi è stato intervistato da Il Fatto Quotidiano, febbraio 2016,  prima ancora,  dal sito di Lucia Annunziata, dicembre 2014. E ultimamente da La7, “L’aria che tira”, marzo 2016.

E’ stato invitato a partecipare a diversi convegni come relatore.

A Grazzanise, Cocevest, uno sul senso dello Stato.

A Capua, Istituto Superiore, sicurezza stradale.

(Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
[smiling_video id=”109578″]


[/smiling_video]

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati