Caiazzo. Scuole comunali, refezione: appalto rinviato, propone o ‘pesca nel torbido’ Giaquinto?

mensa-miraggio-anno-sbagli-altri-11-466x315giaquinto-sgueglia-tiempe-belle-11-200x300Nuovi problemi per il “servizio” di mensa scolastica in seguito al rinvio dell’appalto,

mensa-gara-rnnvio-11-466x315come rende noto l’ex sindaco e capogruppo di minoranza Stefano Giaquinto con un breve ma lapidario avviso dal quale si evince anche una “dritta” proposta agli antagonisti per assicurare comunque la tempestiva erogazione del servizio agli incolpevoli allievi, tacitando al tempo stesso le comprensibili maldicenze dei genitori già esasperati dalle vicissitudini “da gioco del lotto” registrate lo scorso anno scolastico in seguito al presunto rinvenimento di uno scarafaggio in una pietanza destinata a un alunno:

È ufficiale a Caiazzo rinviata la gara per la mensa scolastica.

Ora per garantire il servizio il Comune faccia affidamento diretto per 30 giorni in attesa della gara…

Se solo fosse partita prima la procedura di gara.

La colpa è sempre di qualcun’altro ed i nostri figli senza mensa.

Profezia facile per Giaquinto che -pur non esplicitando i motivi che hanno imposto il rinvio della gara d’appalto, consistenti in particolare negli arresti domiciliari del presidente della commissione di gara, uno dei venti finiti nei guai per presunte commistioni politico-imprenditoriali-malavitose nella gestione dei servizi ecologici di vari Comuni casertani- ha giustamente fatto rilevare che tutto sarebbe filato liscio se i preposti comunali fossero stati solleciti nel predisporre la gara.

Non ci sta, infatti, a passare per capro espiatorio il sindaco Tommaso Sgueglia che non ha esitato a ribattere, imputando, appunto, ad altri le colpe dell’ennesimo disguido:

Purtroppo è stata rinviata non per colpa nostra ma per i ben noti fatti di cronaca locale che ben conosci.

Non cercare di strumentalizzare tutto per sollevare il solito vespaio dispiace prima a noi la situazione che si è creata sulla mensa e sul trasporto.

Agiremo secondo la legge. Come sempre.

Certamente in questi giorni non siamo stati con le mani in mano.

Altri Comuni sono in queste condizioni.

La gara è stata già completata ma non si può effettuare l’apertura delle buste con le offerte per i fatti ben noti essendo il comune di Alvignano capofila della centrale unica di committenza che si occupa delle gare.

Fatto sta che, in un modo o nell’altro, a pagare sono ancora una volta gli incolpevoli alunni, che certo non ricevono una lezione edificante da cotanta società, fermo restando che, se i preposti avessero l’umiltà di recepire la dritta di Giaquinto, in qualche modo il riconosciuto stato d’empasse sarebbe bell’e superato, nella massima legalità.

((News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati