Caiazzo. Consiglio comunale: sogna ad occhi aperti chi pensa allo scioglimento, ovvero ‘mente scientemente’?

giaquinto-sgueglia-tiempe-belle-11-200x300caiazzo-consiglio-3007-2017-0214-300x200Resta alta, almeno all’apparenza, la tensione politica nella città del presunto buon vivere

dopo la seduta consiliare magari da “guinness della brevità”, ma regolarmente svoltasi sabato 30 luglio, in pochi minuti proprio grazie all’assenza della minoranza che, considerata l’orario (11) di convocazione, se non avesse deciso di disertare l’assise, avrebbe forse avuto diversi motivi per far “andare di traverso” il pranzo agli antagonisti e in particolare al sindaco” ribaltonista”, che invece continua a dormire sonni tranquilli nonostante l’apparente “pochezza” di alcuni suoi collaboratori, stigmatizzata (prima della seduta) con parole al vetriolo perfino dal decano della politica caiatina Fabio Sgueglia.

Deciso in qualche modo (senza neanche porlo a votazione?) il rinvio dell’unico argomento effettivamente improponibile per la propedeutica indisponibilità della relativa documentazione, giustamente lamentata dalla minoranza, poi tutto è filato liscio come l’olio, tanto che l’intero Ordine del Giorno, composto di ben nove argomenti, è stato liquidato in una mancata di minuti.

Vero è che la scadenza del termine per approvare il riequilibrio finanziario è fissata per legge al 31 luglio, come è vero che in seconda battuta l’assise era fissata anche per il pomeriggio di domenica 31 ma, come tutti sanno, sollo qualora fosse andata deserta la prima convocazione e non certo per ripetere un’assise effettivamente conclusa, sabato, perfino con un applauso per le recenti vittime italiane del terrorismo internazionale.

Altrettanto vero è che, secondo autorevoli esperti, in caso di inadempienza entro la data limite per riequilibrare i conti, in prima istanza il prefetto diffida l’ente ad ottemperare entro i successivi venti giorni e non a caso già durante la seduta di sabato è stato rimarcato l’impegno a riunirsi nuovamente entro il 20 agosto, anche per ottemperare ad altra incombenza disposta dalla Regione.

Ciò nonostante il gruppo consiliare di minoranza “Uniti per Caiazzo”, capeggiato dall’ex sindaco Stefano Giaquinto (che proprio in virtù della “carica” consiliare è anche consigliere provinciale, quasi ogni giorno impegnato nei vari Comuni su delega del presidente), ha già preannunciato una nuova istanza, non solo al prefetto, ma probabilmente anche ad altre autorità, ritenendo evidentemente illegittimo che l’assise sia stata convocata anche (rectius: in primis!) per approvare il riequilibrio dei conti, senza rendere disponibile in tempo utile, per i convocati, l’inerente documentazione, per poi rinviare l’argomento (in assenza della minoranza, forse in modo irrituale).

Su tale specifico frangente non risulta alcun intervento dell’ex candidato sindaco Fabio Sgueglia, che certo, come suol dirsi, ha trattato “a pesci in faccia” alcuni neo sodali del quasi semi omonimo sindaco, ma decisamente prima che si verificassero tali controversi fatti.

Più ragionevolmente alcuni lettori auspicano un rigurgito di orgoglio dell’ex presidente del Consiglio e assessore, nonché avvocato, Giovanni Mastroianni, che già per la discutibilissima gestione del “caso” mensa scolastica aveva dimostrato “fermezza” e competenza, oltre ad aver più volte “aperto gli occhi” a chi di “dovere” con alcune sue missive-monito, di cui ora sarebbe triste dover constatare l’inutilità.

(News archiviata in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Seguici su:

Teleradio News

Editor/Admin at TeleradioNews
tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935;
mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati
Seguici su:
Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Benvenuto su TeleradioNews ♥ Mai spam o pubblicità molesta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Call Now Button
TeleradioNews

Ora puoi ricevere subito su Telegram tutte le nostre news

Seguici su Telegram Chiudi