Caiazzo. Ci ripensano al Comune: revocata la sospensione al dipendente che si è rivolto all’avvocato, ma senza scuse!

io+vorrei-15x10-tom+ non+vorrei-12toto-io-15x10-pago-12-300x200Hanno dimostrato di avere quanto meno “il senno del poi” i responsabili comunali che, dopo aver sospeso un dipendente, assunto quale idraulico-fontaniere e dal quale avrebbero preteso l’espletamento di messo notificatore anche per tutte le cartelle di pagamento, allorché questi si è rivolto a un noto avvocato per ottenere ragione, non hanno esitato a notificargli la comunicazione di revoca del provvedimento.

Dimostrando peraltro, in tal modo, i colletti bianchi del palazzo, che aveva ragione l’operaio quando sosteneva di non essere l’unico dipendente abilitato a fungere da notificatore.

Vero è che, come ammonisce l’adagio, “tutto è bene quel che finisce bene”, però la gestione di una pubblica amministrazione non può procedere magari “alla carlona” come la più sgangherata delle famiglie, perché ne va di mezzo la credibilità e il buon nome conquistato con decenni di gestione davvero esemplare, come ai tempi del compianto sindaco Cervo quando, nella seconda metà del secolo scorso, Caiazzo, con Torino (della Fiat), era l’unico Comune italiano con il bilancio sano e addirittura in attivo.

Non solo, perché oltre a perdere la faccia e quindi dover sopportare critiche le più feroci, quando (vox populi) si combinano certi pateracchi, si sprecano anche risorse, cioè soldi pubblici, anche solo qualche ora impiegata per scrivere e far notificare prima la “punizione” per poi ripetere la trafila atta ad annullare la precedente, sperando che ora il dipendente ingiustamente punito non reclami anche danni e spese legali.

Ma in tutti i casi oltre alla revoca da parte del funzionario, presumibilmente il segretario, fiduciario del sindaco, anche il primo cittadino dovrebbe avvertire la sensibilità, sempre per oc di popolo, per scusarsi pubblicamente non solo col diretto interessato ma anche con la cittadinanza.

E sicuramente un atto di umiltà sarebbe apprezzato e (produttivo)molto più di tanti fuochi fatui…

(News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati