Caiazzo senz’acqua e scuole chiuse da martedì a mercoledì mattina per un lavoro da fare a valle, cioè che non riguarda la rete locale

sgueglia-11x15-tommaso-tricolore-2015adulto-15x10-bagnarola-11Incongruente quanto si voglia, ma vero, purtroppo, che per sostituire una “saracinesca” sulla condotta a valle di Caiazzo

avviso-15x15-sospensione+idrica+22+marzo-11la cosiddetta città del buon vivere debba restare senz’acqua dalle ore 8 di martedì 22 marzo alla stessa ora di mercoledì 23.

Per tale motivo anche per Caiazzo le vacanze pasquali inizieranno prima per tutte le scuole cittadine, come si evince da un’ordinanza poco o niente pubblicizzata, alla stregua del medesimo black out idrico.

Niente “precetto” dunque, per le scuole e lo stesso municipio o forse anche per questo vige la “regola” del totale spregio per la cittadinanza, come se si trattasse di cose riguardanti solo pochi privilegiati?

Disinteresse o mera dimenticanza non solo per la Festa di Primavera, ricorrenza nella quale, “quando si stava peggio” gli scolari venivano educati alla piantumazione degli alberi, quindi, ma anche fra gli addetti ai lavori si registra perplessità non solo per il coinvolgimento di Caiazzo per un problema che riguarda esclusivamente la rete idrica ubicata a valle cioè fra Caiazzo e Piana di Monte Verna, ma anche perché, pur essendo imminenti le vacanze pasquali, nessuno ha ritenuto di imporre agli addetti (che non sono i padroni) di rinviare di qualche giorno l’intervento, non certo indifferibile, in modo  da non ridurre ulteriormente il già risicato periodo scolastico.

Non è tutto perché nessuno dei saggi preposti si è preoccupato di disciplinare per l’esigenza l’apertura dei pubblici uffici (anche comunali ovviamente)  ed esercizi, in particolare di ristorazione e somministrazione bevande e quant’altro, che ovviamente senz’acqua corrente non potrebbero assicurare né igiene né potabilità…

Dulcis in fundo, la domanda, laconica, di un ex amministratore: perché programmare la ripresa dell’erogazione per le ore 8 di mercoledì, giorno peraltro di mercato settimanale, almeno sulla carta particolarmente importante in quanto pre-pasquale?

Decisione che avrebbe potuto avere una motivazione qualora fosse stata programmata nottetempo la sostituzione della “saracinesca”, intervento che peraltro non dovrebbe comportare tante ore di intenso lavoro, per cui con un pizzico di “grano salis” si sarebbe potuto (e ancora si potrebbe) pretendere il ripristino dell’erogazione anche a tarda sera dello stesso martedì, senza intaccare anche il risveglio di quanti normalmente la mattina, alzandosi per recarsi al lavoro, hanno la sacrosanta esigenza di lavarsi oltre che di espletare decentemente tutte le umane esigenze fisiologiche.

Basterebbe non subire “supinamente” quanto decidono altri per amministrare una comunità dimostrando maggiore rispetto e tutela dei residenti, secondo persone che preferiscono non esporsi…

Cliccare sulle foto per scaricare l’avviso di interruzione idrica programmata e l’ordinanza che dispone la chiusura delle scuole

(News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)

 

Benvenuto su TeleradioNews ♥ Mai spam o pubblicità molesta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Call Now Button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: