Caiazzo. Bombola prende fuoco in casa di due anziani: provvidenziale l’arrivo del figlio che vive a Caserta

bombola-15x10_campagna-1Tragedia scampata nel pomeriggio di domenica 24 gennaio

in una villetta ubicata alla periferia di Caiazzo ove, per una serie di circostanze, all’improvviso una bombola di gas liquido è stata avvolta dalle fiamme e solo grazie al possesso di un estintore il figlio di due anziani è riuscito a evitare quella che avrebbe potuto trasformarsi in disgrazia.
Il caso ha voluto che proprio in quel momento l’uomo, che per motivi di lavoro nella pubblica amministrazione vive a Caserta, giungesse a casa degli anziani genitori, come spesso capita la domenica, proprio mentre il padre stava armeggiando incautamente con una bombola collegata a una stufa accesa, sperando di riuscire ad aumentare la portata termica.
Probabilmente perché il regolatore non era saldamente fissato all’apposita vite della bombola, per aver forzato più del dovuto la rotella del regolatore, per vetustà dello stesso ovvero del cavo gommato, fatto sta che improvvisamente dalla bombola si sprigionava una fiammata violentissima che in un attimo circondava tutta a bombola, per fortuna proprio mentre entrava il figlio che, rendendosi conto del grave pericolo, senza perdere un solo istante tornava in macchina per prendere e azionare un estintore che per opportuna precauzione era solito custodire nel veicolo. Operazione provvidenziale per evitare il peggio già in agguato, ovvero l’esplosione della bombola, ormai già rovente, che con grosso sprezzo del pericolo l’uomo provvidenzialmente giunto da Caserta riusciva a farla rotolare nell’aia antistante l’abitazione, per poi raffreddarla con un violento getto di acqua.
A quanto trapelato, l’abitazione è anche munita di impianto termico centralizzato che però, a causa dei costi eccessivi, da anni non verrebbe utilizzato in quanto due modesti pensionati non possono permettersi certi “lussi”, circostanza che esaspera se si considera che, mentre gli anziani magari rischiano la vita perché costretti a fare i conti con pensioni da fame, tanti stranieri, anche violenti, vengono ospitati in confortevoli e calde strutture, magari hotel a cinque stelle, il tutto a spese del solito pantalone.
(News archiviata in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati