Caiazzo. Comune: torna in giunta l’assessore Mastroianni per votare la (proposta) revoca del servizio di mensa

Mastroianni-15x10_Renzo+Comune-2 mastroianni-10x15-giovanni-12La giunta comunale ha predisposto la revoca dell’appalto

alla ditta che si è aggiudicato il servizio di mensa scolastica nei plessi comunali caiatini.

La decisione è contenuta nella delibera adottata, nel tardo pomeriggio di giovedì, dalla giunta comunale presieduta dal sindaco Tommaso Sgueglia dopo aver preso atto del parere pro veritate espresso dall’avvocato amministrativista Pasquale Marotta, incaricato dall’amministrazione di esaminare l’intera questione e di verificare se vi sono le condizioni per mandare a casa l’azienda sammaritana e sostituirla con un’altra ditta per far proseguire regolarmente il servizio in favore dei bambini.
Su proposta dell’assessore alla Pubblica Istruzione Giovanni Mastroianni, tornando in Giunta dopo le note polemiche su questa vicenda, l’esecutivo ha recepito le indicazioni contenute nella relazione del legale esperto in materie e procedure amministrative, da cui si evincerebbe la doverosità di procedere alla revoca dell’affidamento nei confronti della ditta aggiudicataria del servizio di mensa scolastica per il corrente anno, rilevando, tra l’altro, i seguenti elementi motivazionali: “il venir meno del rapporto fiduciario dell impresa aggiudicataria, in conseguenza di fatti conosciuti dalla stazione appaltante solo in data successiva all’aggiudicazione, essa quindi non verrebbe disposta in funzione sanzionatoria ma, oltre che per l’interesse pubblico, anche a presidio dell’elemento fiduciario che deve necessariamente connotare, sin dal momento genetico, i rapporti contrattuali di appalto pubblico; in ragione della gravità delle condotte poste in essere a danno dell Ente e dei piccoli utenti della scuola e, quindi, in virtù della presenza di sopravvenuti motivi di interessi pubblici o di mutamenti della situazione di fatto tali da rilevare l’opportunità della rimozione del provvedimento, attesa l’espressa volontà dei genitori dei giovani alunni di non voler usufruire del servizio offerto dalla Ditta Antevorta nonché in virtù della palese e reiterata imperizia palesata dalla stessa Ditta nel corso dell attività professionale e, quindi, nell’esecuzione delle prestazioni affidate dalla stazione appaltante che bandisce la gara e delle rassegnate conclusioni”.
Pertanto, la giunta comunale ha fornito, in tal senso, l’indirizzo al Responsabile del Settore per la revoca dell’aggiudicazione atteso che “se è pur vero che le procedure d’appalto sono atti di gestione e come tali appartenenti alla sfera di competenza dei Dirigenti, è altrettanto incontrovertibile che resta in capo all’amministrazione il potere di indirizzo e controllo ed avviare, altresì, ulteriore procedura per individuare un nuovo affidatario del medesimo servizio fino alla fine dell’anno scolastico residuo“.
Dal suo canto, come ha sottolineato l’avvocato, prima di adottare l’atto di revoca, il funzionario Renzo Mastroianni (nella foto a sinistra) dovrà comunicare alla ditta l’avvio del procedimento di revoca, assegnando alla stessa ditta il termine di dieci giorni per eventuali controdeduzioni in merito al procedimento di revoca.
Un provvedimento chiaro e definitivo, dunque, questo preso dall’esecutivo Sgueglia “stante il venir meno del rapporto fiduciario con l’impresa aggiudicataria così come indicato nel parere pro veritate a firma dell avv. Pasquale Marotta, causato dalla conclamata gravità delle condotte poste in essere a danno dell Ente e dei piccoli utenti della scuola“.

(Comunicato Stampa elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati