Mignano Montelungo. Giovane madre morta dopo un banale intervento alla milza: 26 medici indagati

toppa-11x15_maria+grazia-mignano+montelungo-1Un’aneurisma addominale dell’aorta potrebbe aver stroncato la vita di Maria Grazia Toppa(nella foto), la giovane madre di Mignano Montelungo deceduta sabato presso l’ospedale di Cassino.

 

Nel pomeriggio di mercoledì 15 luglio presso l’obitorio del “Santa Scolastica” si è svolta l’autopsia, come stabilito dalla Procura di Cassino che, in via cautelativa, ha iscritto nel registro degli indagati ben ventisei persone: tutti i medici che durante la degenza di Maria Grazia, prima e dopo l’intervento chirurgico alla milza, si sono alternati nel reparto di chirurgia.
Nel mirino della magistratura anche i camici bianchi che l’hanno visitata il 28 giugno, al suo arrivo al pronto soccorso, dove il personale sanitario nel corso dei primi accertamenti avrebbe riscontrato solo una lesione alla milza, tanto che la trentaquattrenne, sposata e madre di due ragazzi, è stata sottoposta ad un intervento d’urgenza.
Un’operazione apparentemente riuscita, ma nei giorni successivi Maria Grazia continuava a lamentare dolori allo stomaco ed a manifestare gli stessi sintomi che hanno indotto i familiari ad accompagnarla in ospedale quella domenica di fine giugno: nausea e crampi che non le avevano dato tregua.
Eppure secondo i parenti più stretti qualcosa non deve essere andato nel verso giusto.
Cosa può aver provocato la lesione alla milza?
L’aneurisma addominale era già in corso quando la donna è arrivata al pronto soccorso?
Le due patologie potrebbero essere strettamente collegate tra loro oppure a scatenarle potrebbe essere stato un fattore esterno?
Tanti i quesiti posti al magistrato Francesco Cerullo dagli avvocati dei medici indagati.
Questo per fare piena luce su una morte assurda.
A svolgere gli accertamenti tanatologici è stato, per conto della Procura, il professor Fabio De Giorgio dell’Istituto di Medicina Legale di Roma mentre a rappresentare i medici indagati c’era il professor Ugo Di Tondo, professore al policlinico “Agostino Gemelli” di Roma.
L’esito ufficiale dell’autopsia verrà reso noto tra due mesi.
Nel frattempo ogni medico indagato verrà ascoltato dai Carabinieri della Compagnia di Cassino che stanno indagando.
Il collegio difensivo è composto dagli avvocati Sandro Salera, Paolo Marandola, Luigi Atrei Garofalo, Antonella Verrecchia, Gianrico Ranaldi, Rosino Di Brango, Giuseppe Di Mascio, Lino Pulga, Giovanni Pianese e Armando Pacione per i medici coinvolti.
Il marito della donna è invece rappresentato dall’avvocato Filippo Eboli del Foro di Santa Maria Capua Vetere.

(News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Seguici su:

Teleradio News

Editor/Admin at TeleradioNews
tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935;
mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati
Seguici su:
Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Benvenuto su TeleradioNews ♥ Mai spam o pubblicità molesta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Call Now Button
TeleradioNews

Ora puoi ricevere subito su Telegram tutte le nostre news

Seguici su Telegram Chiudi