Teleradio-News ♥ mai spam o pubblicità molesta

'Se un uomo non ha il coraggio di difendere le proprie idee, o non valgono nulla le idee o non vale nulla l'uomo' (Ezra W.Pound)

Teleradio-News ♥ mai spam o pubblicità molesta
AttualitàCaiazzo & DintorniTempo libero, sport, cultura, fede, salute, curiosità, eccetera.

Piedomonte Matese. Chiese terremotate: lavori appaltati, presto apriranno tutti i cantieri

Teleradio News ♥ Sempre un passo avanti, anche per te!
Si avvicina l’apertura dei cantieri per il restauro delle chiese, dei luoghi di culto e degli edifici religiosi

seriamente danneggiati dal terremoto del 29 dicembre 2013. Lo scorso venerdì, presso la sala multimediale del seminario vescovile, c’è stata l’apertura pubblica della buste contenenti le offerte presentate dalle imprese costruttrici che hanno partecipato all’indagine di mercato avviata nelle scorse settimane dalla Curia per poter procedere quanto prima alla riparazione dei tempi cristiani lesionati a seguito delle scosse sismiche. Proprio a fine aprile, a causa di alcuni disguidi riscontrati nel servizio postale, relativi all’invio e alla ricezione degli inviti a presentare le offerte, l’ufficio tecnico diocesano retto dall’Ing. Luigi Costantini aveva disposto la proroga dei termini per la consegna delle offerte per l’affidamento dei lavori relativi alla messa in sicurezza e al risanamento conservativo delle chiese. Non una gara d’appalto, ma un vero e proprio sondaggio esplorativo delle ditte idonee, perché in possesso della categoria omogenea dei lavori OG2 ““Restauro e manutenzione dei beni immobili sottoposti a tutela”, ed interessate alla realizzazione dei lavori di riparazione delle chiese “Ave Gratia Plena”, “Santa Maria Maggiore”, “Madonna del Carmine”, “San Michele”, “San Tommaso D’Aquino”, “San Rocco” e della Cappella del Seminario vescovile siti nel capoluogo matesino; della cattedrale “Santa Maria Assunta” di Alife, della Chiese “Sant’Antonio” e “Santa Croce”, e della Confraternita di Santa Maria delle Grazie di Castello del Matese, tutti immobili che hanno riportato lesionati e crolli in occasione del terremoto del 29 dicembre 2013. L’importo complessivo dei lavori varia da 134.850,00 euro a 463.894,00 euro oltre Iva, per cui le imprese che vogliono partecipare potranno presentare l’offerta economica più vantaggiosa a massimo ribasso entro metà mese. L’avvio dell’atto esplorativo tra le aziende segue la firma dei protocolli d’intesa avvenuta lo scorso 20 settembre presso il santuario di Santa Maria Occorrevole, alla presenza del deputato Carlo Sarto, tra la Regione Campania, la Provincia di Caserta, le Diocesi di Alife-Caiazzo e di Cerreto Sannita-Telese Terme-Sant’Agata de Goti, la Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologiei per le province di Napoli, Benevento e Caserta, e l’Ordine provinciale per i frati francescani minori, per l’utilizzo dei fondi per complessivi 12 milioni di euro stanziati ad inizio luglio dalla giunta regionale per gli interventi di riparazione e restauro degli edifici sacri, dei luoghi di culto e dei siti monumentali matesini danneggiati sisma. dal terremoto del 29 dicembre scorso. In quell’occasione, su iniziativa del deputato Carlo Sarro, primo firmatario della mozione parlamentare approvata lo scorso marzo che impegnava il Governo centrale a reperire i fondi necessari per le aree del sisma, furono consegnati ufficialmente finanziamenti per i 13 interventi a farsi in favore degli immobili religiosi ubicati nel capoluogo piedimontese e nei centri limitrofi e dei siti storici e monumentali maggiormente colpiti dal terremoto.

(Enzo Perretta – Comunicato Stampa – Archiviato in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News ♥ Sempre un passo avanti, anche per te!

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

Lascia un commento