Caiazzo. Motivazioni ‘sibilline’ per il ‘benservito’ del sindaco ai suoi ex ‘delfini’, ma non al vice sindaco?

Anche cercando di leggere fra le righe del relativo decreto, non sembra evincersi alcuna motivazione

grave al punto da indurre il sindaco Tommaso Sgueglia a revocare (come peraltro era nei suoi sacrosanti diritti) la fiducia agli ex assessori Stefano Giaquinto (cui peraltro non sembra revocata anche la delega a vice sindaco, parimente fiduciaria), Patrizia Merola e Antonio Ponsillo, dopo che Antonio Di Sorbo si era dimesso “motu proprio”a fine dicembre), come meglio potranno giudicare gli stessi lettori:
Atteso che la composizione della Giunta comunale, rientrante tra le prerogative riconosciute al Sindaco dalla normativa in vigore, deriva da valutazioni di carattere fiduciario verso le persone degli Assessori e considerato che l’assenza di criteri normativamente predeterminati per la scelta dei componenti della Giunta comunale sottolinea il carattere prettamente fiduciario di tale scelta, non essendo prescritti specifici requisiti per la nomina, la legge assegna al Sindaco il potere di nominare e di revocare i componenti della Giunta, ed impone un obbligo di motivazione solo per quanto concerne la comunicazione al Consiglio comunale;
attesa, pertanto, la discrezionalità dello scrivente nell’insindacabile scelta “intuitu personae” degli Assessori e dato atto che, naturalmente, la fiducia politica non è, in ogni caso, da intendersi riferita a qualsivoglia genere di valutazioni afferenti qualità personali o professionali,
dato atto che il provvedimento dì revoca di un Assessore non richiede comunicazione di avvio del procedimento ai sensi della legge 241/1990 in quanto, come statuito ampiamente dalla giurisprudenza del Consiglio di Stato, le prerogative della partecipazione possono essere invocate quando l’ordinamento prende in qualche modo in considerazione gli interessi privati, in quanto ritenuti idonei ad incidere sull’esito finale per il migliore perseguimento dell’interesse pubblico, mentre tale partecipazione diventa indifferente in un contesto normativo nel quale la valutazione degli interessi coinvolti è rimessa in modo esclusivo al Sindaco, cui compete in via autonoma la scelta e la responsabilità della compagine di cui avvalersi, per l’amministrazione del Comune nell’interesse della Comunità locale,
pertanto il sindaco Tommaso Sgueglia decreta di revocare gli incarichi di assessore a Stefano Giaquinto, Antonio Ponsillo e Patrizia Merola.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati