Google+
Benvenuto! Inserisci qui sotto un articolo o pro-memoria, possibilmente con foto, che intendi pubblicare.
Please complete the required fields.
In evidenza su TeleradioNews ♥ il tuo sito web tel./0823 862832

Caiazzo. La Grande Corrida sabato 29 aprile all'agri forum 'Le Campanelle'

Nuova socializzante iniziativa dell'associazione "Il Pungolo Verde" che sabato 29 aprile 2017, con inizio alle oe 20:30, presso l'Agri Forum ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Tornianti d'agilla, corso iniziato: entusiasta l'ex sindaco Stefano Giaquinto

Prima lezione, sabato 29 aprile, per gli allievi del corso per torniante d'argilla fortemente voluto dal dottor Franco de Simone che ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'Ciccio' Perrone ad 'Avanti un Altro' chiamato a fare da 'spalla' a Bonolois e Laurenti

Sorpresa piacevole per tanti caiatini ignari, quanto attesa per chi invece sapevache per la serata conclusiva di "Avanti un Altro", ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Scuola materna, quante polemiche per l'intestazione: chi avrebbe fatto meglio a tacere?

Ha suscitato un vespaio di polemiche e critiche l'annuncio del primo cittadino e forse ancor più il tentativo di replica ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Visite al castello e al centro storico con guide turistiche della Pro Loco

Evento eccezionale!L'associazione Pro Loco "Nino Marcuccio" promuove visite guidate anche agli antri dello storico maniero e non solo. Nell’ambito delle attività associative ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Altro che 'palma di pace': ruggiti di guerra al Comune nel nuovo murale della minoranza

Durissimo attacco della minoranza capeggiata dall'ex sindaco Stefano Giaquinto alla civica amministrazione capeggiata dal sindaco Tommaso Sgueglia del quale si invitano ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Giochi, tradizioni e mestieri di un tempo rilanciati dalla Pro Loco 'Marcuccio'

Laboratori già attivi per realizzare Bambole di Quaresima e Strummoli   In collaborazione con l'Istituto scolastico Comprensivo“Aulo Attilio Caiatino”, dal 15 marzo l’associazione ...

Leggi tutto >>

Diocesi. Dissequestro negato per i conti bancari del vescovo, indagato per circonvenzione d'incapace

Non le manda certo a dire, il decano della politica caiatina, Fabio Sgueglia (nella foto a destra), a monsignor Valentino ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Sarà replicato a maggio 'E La Luna bussò': Gran Galà con Maurizio Merolla

Si è concluso a notte fonda (erano quasi le due) con uno strepitoso successo il gran galà inaugurale "E la luna bussò", evento esclusivo ...

Leggi tutto >>

Caserta. Appalti truccati: ospedale commissariato dal prefetto in attesa che interventa il dicastero degli Interni

Pubblicato il 2 marzo 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Sospeso Luigi Muto che non c’entra con l’inchiesta che ha visto finire in carcere 24 persone e nominati Michele Ametta, Leonardo Pace e Cinzia Guercio…
Commissariare l’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, ai sensi dell’art. 143 del Testo Unico Enti Locali. È quanto richiesto dal prefetto di Caserta Carmela Pagano a Ministero dell’Interno a poco più di un mese dall’inchiesta sugli appalti truccati all’ospedale del capoluogo, per cui finirono in manette 24 persone. Secondo la ricostruzione della Dda, diversi appalti del nosocomio casertano erano di fatto gestiti dal clan dei Casalesi, così come alcuni manager. In maniera contestuale, Il prefetto ha contestualmente disposto, con decreto in corso di notifica, la sospensione dell’ organo di direzione, con a capo Luigi Muto, con la nomina per la provvisoria gestione dell’Ente, di tre commissari prefettizi: il prefetto Cinzia Guercio, responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza presso il Ministero dell’Interno; Michele Ametta, dirigente in servizio presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze ­ Ragioneria Generale dello Stato; Leonardo Pace, dirigente in servizio presso il Provveditorato Interregionale alle OO.PP. della Campania, Puglia, Basilicata e Molise.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ***APPALTI TRUCCATI ALL’OSPEDALE*** Il Prefetto Carmela Pagano scioglie i vertici dell’azienda e nomina tre commissari per la gestione straordinaria.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

Vitulazio. ‘Beccato’ mentre rubava un cancello con la figlioletta che fungeva da ‘palo’: arrestato rumeno 18enne; denunciata la moglie

Pubblicato il 2 marzo 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

L’uomo stava per rubare il cancello dell’ingresso principale di una ditta vitulatina. Sarà giudicato per direttissima…
In Vitulazio (CE), i Carabinieri della locale Stazione hanno proceduto all’arresto, per tentato furto, del cittadino rumeno Stefan Gigi, cl.1997, domiciliato in Napoli “Gianturco”. Nella circostanza il prevenuto è stato sorpreso mentre asportava, con la complicità della moglie, deferita in stato di libertà per lo stesso reato, un cancello in ferro che dà accesso ad una ditta del luogo, caricandolo sulla propria autovettura, dove tra l’altro vi era la propria figlia neonata. L’arrestato sarà giudicato con la formula del rito direttissimo.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: VITULAZIO. Tenta di rubare un cancello di ferro insieme alla moglie. Arrestato un rumeno di 18 anni. La consorte è stata denunciata a piede libero.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

Campania. PD, ‘Primarie’: accetta il verdetto Cozzolino ‘stracciato’ da De Luca

Pubblicato il 2 marzo 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Intanto Cozzolino accetta la sconfitta e spiega che non farà alcun ricorso e non chiederà nemmeno il riconteggio delle schede: “Non ho alcuna intenzione di buttarla in rissa…”
“Nessun ricorso, nessun riconteggio delle schede per magari buttarla poi in rissa”. Come accadde a Napoli nel 2011 o in Liguria a gennaio. Lo assicura Andrea Cozzolino, sconfitto alle primarie dall’ex sindaco Vincenzo De Luca. Ma alcuni rappresentanti dell’ex assessore regionale stanno chiedendo il riconteggio di alcune sezioni. Di Salerno, Caserta e Napoli dove mancano ancora i dati ufficiali di 28 seggi. “Non sono un uomo dei ricorsi, attenderò l’ufficializzazione dei risultati e rispetterò il lavoro della commissione per le primarie che certificherà l’esito. Tuttavia – prosegue l’europarlamentare – la geografia del voto ci consegna da una parte una sorta di ‘pigrizia’ del popolo napoletano e un’iperattività di quello salernitano. Se la stessa iperattività si fosse prodotta a Napoli avremmo avuto una partecipazione di circa 200.000 elettori. Tanto per dare il senso della proporzione”, fa notare Cozzolino. In alcuni luoghi si nota un certo iperattivismo. Anche fisiologico se volete. A Salerno città, tanto per capirci hanno votato quasi in 13mila mentre a Giugliano, cittadina con una popolazione simile, appena in 892. Un rapporto di 1 a 13. Ma a Salerno, era prevedibile, conta l’effetto trascinamento del leader locale. Comunque Cozzolino vuole chiudere la vicenda. “Sono sceso in campo per battere il centrodestra nelle elezioni di maggio e sono qui per questo”. Ma manda una stilettata al suo ex avversario: “Penso che il risultato conseguito da De Luca non dia quella forza politica e programmatica necessaria da sola a battere il centrodestra nelle elezioni di maggio. Dopo la giornata di ieri spero finisca la vulgata su di me come uomo dei cinesi o di potere”.
CLIKKA PER INGRANDIRE E CONSULTARE LA LISTA

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ***LE PRIMARIE PD*** Ecco i risultati seggio per seggio nella Provincia di Caserta. Vincenzo De Luca vince per mille voti su Andrea Cozzolino..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

Baia Latina. Super affollato gazebo per Margherita Del Sesto, candidata regionale ‘grillina’

Pubblicato il 2 marzo 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

La giovane di Pietravairano è apparsa ieri ai gazebo installati a Baia, parlando e discutendo con i tanti cittadini che si sono soffermati a chiedere notizie. Ed è un campanello d’allarme per i “politicanti di professione”. 

E’ stato un successo che è andato oltre ogni rosea aspettativa l’iniziativa di insediare un gazebo informativo del Movimento 5 Stelle, ed avviare implicitamente la campagna elettorale della candidata Margherita Del Sesto, originaria di Baia e Latina, paese in cui si è tenuta la kermesse, ma attualmente residente a Pietravairano. Il gazebo è stato approntato da un gruppo di attivisti locali e dagli attivisti dei “Meetup dell’Alto Casertano e dell’Asse Caiatino”, tra cui rientrano i Comuni di Vairano Patenora, Pietravairano, Alife e Piedimonte Matese. E il fatto che tantissimi cittadini si siano soffermati a chiedere agli attivisti, informazioni, capire come “funziona” il Movimento, e come sostenere gli attivisti che sacrificano il loro tempo libero per portare in alto la Bandiera a 5 stelle, è un campanello dall’allarme per i tanti “politicanti di professione”. Si sentiva quindi il bisogno di un confronto con chi ha dimostrato di fare politica “effettivamente” al servizio della cittadinanza. Chiaramente non poteva mancare la “protagonista” della giornata, ovvero Margherita Del Sesto, candidata nel Movimento 5 Stelle alla Regione Campania e che non ha voluto far mancare la sua voce e il suo sostegno al territorio in cui è nata e cresciuta. La Del Sesto non si è sottratta, contrariamente a quanto fanno i politici che vengono spesso a fare passerelle sul territorio, al confronto con la gente ed anzi era in prima linea nella fase di volantinaggio, promuovendo i valori base della politica del M5S: Pulizia e Onestà. Al gazebo sono intervenuti diversi attivisti dei Meetup come Agostino Santillo, di Casapulla, nonostante il concomitante appuntamento con la manifestazione pro Carditello e la solidarietà alla giornalista Nadia Verdile ed all’ex Ministro Enrico Bray. Prossima tappa dei grillini nell’Alto Casertano, domenica prossima otto marzo a Vairano Scalo, dalle 10 alle 13 e successivamente a Piedimonte Matese, lo stesso pomeriggio dalle 17, nella Sala Consiliare, dove interverrà il senatore Sergio Puglia che spiegherà a tutti i convenuti il progetto che il Movimento sta perseguendo anche in Parlamento, ovvero l’Assicurazione RC AUTO EQUA in una regione dove gli automobilisti “virtuosi” non sono per niente premiati.

MARGHERITA DEL SESTO

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: BAIA E LATINA. Parte il tour elettorale della candidata Margherita Del Sesto, in lizza per un posto alle regionali con il Movimento 5 Stelle/VIDEO.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

Caiazzo. Comune: ex alleati ‘mollati’ dal sindaco Sgueglia perché ormai con loro si sentiva ‘precario’

Pubblicato il 2 marzo 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Il primo cittadino poi, porta a conoscenza di diverse anomalie nell’esercizio della Giunta, come il ritardo di Giaquinto alla riunione per approvare il Bilancio di 45 minuti! E questi però ricorda a Sgueglia che in tante occasioni, da vicesindaco è stato latitante alle riunioni di Giunta… 
Il Sindaco di Caiazzo, Tommaso Sgueglia (nella foto), ha illustrato nell’ultima seduta di Consiglio Comunale, i motivi che hanno condotto alle scelte da lui compiute in relazione alla nuova compagine della Giunta comunale, affermando che nel Gruppo “Uniti per Caiazzo” si fosse creato un clima che non consentiva il rapido svolgimento dell’azione amministrativa. Si sentiva un Sindaco “precario” e questa situazione di precarietà si manifestava quotidianamente. In questo contesto, sono poi pervenute delle missive dall’ex presidente del Consiglio comunale Giovanni Mastroianni che sottolineava come l’amministrazione operasse in modo discontinuo. L’atto posto in essere è stato doloroso, ma dettato da un senso di responsabilità nei confronti dei cittadini. Ha, pertanto, ritenuto opportuno cercare una coesione in seno all intero consiglio comunale. Ha cercato di mettere insieme tutti i Consiglieri comunali ed evitare un commissariamento che sarebbe stato gravoso per tutti i cittadini e avrebbe comportato soltanto attività di carattere ordinario. Ha aperto a tutti quelli che volevano porre la propria attività al servizio del bene del paese. La presenza dei Consiglieri De Rosa e della Ponsillo Arianna, in origine nel gruppo “Uniti per Caiazzo”, manifesta come non si sia trattato di un ribaltone, come si va dicendo in giro. Fa presente altresì che seppure è stato eletto dalla maggioranza, egli rappresenta l’ intera città. Durante la seduta ha preso la parola il Consigliere Di Sorbo, a nome del gruppo “Uniti per Caiazzo”. Innanzitutto, sottolinea come nell’ordine del giorno non sia indicata la costituzione dei gruppi; rappresenta altresì che il Sindaco non ha dato lettura delle deleghe ai consiglieri, e che, dal contenuto degli atti, le stesse sembrano un mero contentino per far quadrare i conti nella nuova compagine, in considerazione del fatto che poteri effettivi non risultano conferiti. Ricorda, inoltre, come il Sindaco avesse precedentemente negato la delega all’urbanistica all’Ing. Arianna Ponsillo, quale consigliere comunale, ritenendo che non potessero essere delegate ad un consigliere materie così importanti. 
Terminato l’intervento del Consigliere Di Sorbo, interviene l’assessore Mastroianni. Rappresenta, come aveva più volte affermato, che nonostante il gruppo fosse formato da persone molto stimate, e che hanno profuso grande impegno nell’attività svolta, come nel caso dell’ex Assessore Merola, tale grande impegno non ha portato ai prodotti e ai frutti sperati. Già nell’aprile 2014 aveva manifestato le sue perplessità sulla operatività del gruppo. Cera una sofferenza latente nel gruppo che si palesava nelle modalità di operatività concrete. A dicembre aveva poi scritto una nota nella quale manifestava la volontà di porsi in modo autonomo rispetto al gruppo. Si era ormai addivenuti ad uno scollamento. Si rende conto che il gesto è stato forte ma che probabilmente, qualora più persone si fossero messe in discussione, non si sarebbe giunti a tanto. Si è voluto evitare, in tal modo, il commissariamento dell’ente. Il Consigliere Di Sorbo chiede chiarimenti sulla questione del commissariamento e cioè perché si dice di aver voluto evitare il pericolo di un commissariamento visto che non erano pervenute dimissioni da parte di Consiglieri comunali. L’Assessore Mastroianni risponde che lo scollamento si avvertiva ormai da tempo. Il Consigliere Merola sottolinea come si sarebbe dovuto valutare il lavoro svolto dai singoli, considerato ad esempio che l’ex Presidente del Consiglio non ha provveduto a predisporre le versioni, aggiornate alla nuova normativa, di statuto e regolamento del Consiglio comunale. L’Assessore Mastroianni prosegue rappresentando come non si era nemmeno escluso di condividere il quarto Assessore con il gruppo “Uniti per Caiazzo”. 
Il Consigliere Di Sorbo sottolinea come il Sindaco avrebbe dovuto avere un comportamento diverso: avrebbe dovuto aprire una crisi e iniziare a consultare il gruppo “Uniti per Caiazzo”. Invece, subito dopo le sue dimissioni quale Assessore, il Sindaco aveva dichiarato che aveva iniziato a trattare con tutti, senza dare precedenza al gruppo di maggioranza. Fa altresì presente che il gruppo Sibillo aveva cercato un consigliere per addivenire alle dimissioni che avrebbero fatto cadere il Sindaco ma che nessun componente del gruppo “Uniti per Caiazzo” ha aderito alla proposta. Il Sindaco riprende la parola e porta un esempio sulla propria condizione di disagio, come nel caso della seduta del Consiglio comunale in cui si doveva procedere ad approvare il bilancio e un consigliere del gruppo è giunto con 45 minuti di ritardo, rischiando quindi di non far approvare l’atto e di far cadere l’Amministrazione comunale. Questa è stata, per lui, l’ennesima prova delle modalità operative del gruppo. Prende la parola il Consigliere Ponsillo Antonio. Sottolinea come aveva proposto al Sindaco di fare una larga intesa, di predisporre tutti insieme una linea programmatica, senza dimenticare però chi erano stati i vincitori delle elezioni del 2013. Lui ha fatto una scelta, nel 2013, con un certo Gruppo e un determinato Sindaco e a quella scelta non è venuto meno. Non capisce, inoltre, il problema del commissariamento rispetto alle problematiche interne del gruppo. Fa anche presente che nell’ultima riunione di gruppo al Sindaco era stato proposto di tutto pur di addivenire ad una larga intesa nel rispetto della volontà popolare. I motivi indicati dal Sindaco, come quello del ritardo nella seduta di bilancio, non sono certo validi e sufficienti per ribaltare la volontà espressa dal corpo elettorale. Prende la parola il Consigliere Giaquinto. Dichiara di essere lui il sesto uomo, quello che non ha mandato a casa il Sindaco Sgueglia con le proprie dimissioni, nonostante le proposte ricevute in più di una occasione dalla minoranza. Dà atto di essere quello che ha fatto ritardo nella seduta di bilancio, ma al tempo stesso sottolinea di essere sempre stato presente nelle varie sedute. Il Sindaco Sgueglia, invece, negli anni del suo mandato, si dava spesso assente, soprattutto quando si trattava di adottare gli atti più importanti, come risulta dai verbali delle sedute agli atti dell’ente. In prosieguo prende la parola il Consigliere Merola. Fa presente che oggi si sta scrivendo una delle pagine più deprimenti della storia di Caiazzo, con un tradimento consumato dal Sindaco nei confronti dei suoi fedeli, di coloro che hanno operato e si sono spesi affinchè lui sedesse sulla sedia di Sindaco. Lo hanno sostenuto fino all ultimo momento, con senso di responsabilità, pur sapendo di dover andare via di lì a qualche giorno, come nel caso della delibera di giunta sugli LSU. Non è stato fatto alcun concreto sforzo per trovare una soluzione a quella che viene definita crisi. Sono stati messi davanti al fatto compiuto, senza alcuna valida motivazione e al solo fine di divenire l’unico attore del teatrino amministrativo e contravvenendo alla volontà popolare. 
Il tradimento, da personale, è divenuto politico e ha violato in tal modo l’art. 1 della costituzione, cui il Sindaco aveva prestato giuramento di fedeltà, che sancisce che la sovranità appartiene al popolo. I cittadini sono stati strumento per consentire il raggiungimento di un obiettivo personale ed essere poi rinnegati alla prima occasione utile, dando così anche un insegnamento alle future generazioni di come si sfrutta il supporto, personale ed elettorale, dei cittadini per poi rinnegarli alla prima occasione. Conclude il proprio intervento dichiarando che questa vicenda ha rappresentato la morte della democrazia. Il Sindaco riprende la parola per fare presente che non si è trattato di un tradimento ma piuttosto di una scelta necessaria al fine di superare una situazione di impasse per il Comune. Chiede poi chiarimenti su quanto sostenuto dal Consigliere Merola in relazione alla delibera degli LSU. Il Consigliere Merola dichiara che, prima di quella seduta, il Sindaco aveva affermato che sarebbe stata l’ultima Giunta e loro, nonostante tutto, per rispetto nei confronti di quelle madri e di quei padri che svolgono l’attività di LSU presso l’Ente, in tre, in quanto il Consigliere Di Sorbo si era dimesso da Assessore e il Sindaco era in posizione di conflitto di interesse, hanno comunque proceduto a votare il deliberato. Il Sindaco risponde che la propria onestà si è manifestata proprio nel rappresentare, prima della votazione, che si trattava dell’ultima Giunta; sottolinea altresì che hanno fatto il proprio dovere perché non era certo possibile non approvare una delibera per una loro divergenza. Prende la parola il Vicesindaco Cerreto facendo presente che, dai banchi dell’opposizione, il gruppo “Uniti per Caiazzo” appariva nella impossibilità di proseguire nel mandato politico. Il suo gruppo si chiedeva cosa sarebbe successo. 
Nel caso di commissariamento, ci sarebbero stati risvolti particolarmente gravosi sui cittadini in termini economici. Da lì è nata l’idea di questa grave assunzione di responsabilità; sarebbe stato sicuramente più comodo mandare a casa la maggioranza. E’ nata una esigenza, una consapevolezza di mettere tutto in discussione, e di tentare di intraprendere una ipotesi di intesa. Chiede di essere giudicato sui fatti. E una politica che non si giocherà sui tatticismi ma che cercherà di essere giudicata sui risultati e non sui pregiudizi. Riprende la parola il Consigliere Giaquinto, manifestando di apprezzare la buona volontà del Vicesindaco e facendo presente che l’eventuale fallimento di questo nuovo gruppo, qualora dovesse avvenire, non potrà che essere imputato al Sindaco, come allo stesso Sindaco è da imputare il fallimento del gruppo “Uniti per Caiazzo”. Il Vicesindaco riprende la parola e dice che il gruppo sarà unito per cui i meriti e i demeriti saranno di tutti. Anche il Sindaco interviene dicendo che quello che si farà non sarà opera sua ma si tratterà di gioco di squadra, all interno di un gruppo sereno e coeso. Interviene il Consigliere Ponsillo Antonio che fa presente che se è vero che c’erano dei problemi nel gruppo, quelli indicati dal Sindaco non erano così seri da giustificare le azioni intraprese. Chiede, pertanto, quali sono i veri motivi che hanno condotto a tali azioni. Il Sindaco risponde che c’erano impedimenti, si rimandavano gli appuntamenti, si ritardavano gli adempimenti.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: CAIAZZO. Ecco il verbale dell’ultima seduta consiliare e le parole del sindaco Tommaso Sgueglia: “Mi sentivo un sindaco precario con il gruppo ‘Uniti per Caiazzo’”.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

Teano. Imbrattata con frasi volgari la stele che ricorda lo storico incontro

Pubblicato il 2 marzo 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Arrivare a tanto vuol dire che o si è bestie, oppure chi ha scritto quello, sicuramente era fuori di se, magari anche in crisi di astinenza… 
“Giuseppe Garibaldi e kitestramuort a ki legg” Così la stele che è stata apposta in occasione del 150simo anniversario dell’Unità d’Italia, posizionato nell’omonima piazza per ricordare le’vento, è stata imbrattata. Una vicenda che ha fatto indignare e non poco, la stragrande maggioranza delle persone perbene sidicine, le quali si chiedono come si possa commettere azioni del genere, dileggiando ed offendendo la memoria storica di una città. Intanto emerge che la zona è videosorvegliata, pertanto sono ottime le speranze e l’auspicio è anche nostro che l’individuo che abbia commesso questa nefandezza, venga individuato e magari tramite anche qualche social network recuperare la sua foto e pubblicarla integralmente, cosicché almeno alle giovani generazioni, sia data l’opportunità di guardare in faccia l’ennesimo “Imbecille di turno” che affligge oramai tanti Comuni dell’Alto Casertano, da Caiazzo, dove un giovane in preda all’ebbrezza si divertiva a saltare sul montascale riservato agli invalidi, a Piedimonte Matese, dove un suo “egregio” collega si è divertito qualche settimana fa a buttare giù la fontanina vicino al campetto sportivo adiacente la villa comunale. Un residente di Teano laconicamente e con un sorriso amaro, commentando la vicenda ci ha detto: “””Arrivare a tanto vuol dire che o si è bestie, oppure chi ha scritto quello, sicuramente era fuori di se, magari anche in crisi di astinenza…”””

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: TEANO. Imbrattata con una scritta oltraggiosa la stele che ricorda l’incontro tra Garibaldi ed il Re. Indignazione e rabbia da parte delle persone perbene..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

Gioia Sannitica. PD, ‘Primarie’: seggio affollato, ma da ‘seguaci’ di Marotti (CD)

Pubblicato il 2 marzo 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Il giorno precedente hanno ospitato in veste di appartenenti al partito, Oliviero e la Picierno, ma domenica al seggio non si sono visti. E’ stato Carlo Marotti, appartenente al Centro Democratico a portare la gente alle urna che annuncia sono candidato alla Regione con il Centro Democratico… 
Un caso davvero irrituale, o se vogliamo, incredibile, ha visto domenica scorsa la corsa alle urna a Gioia Sannitica di 132 elettori, la maggior parte però seguaci del consigliere comunale di maggioranza Carlo Marotti (nella foto a dx con Vincenzo De Luca), mentre i personaggi di spicco, quelli per intenderci che il giorno precedente erano al convegno con Gennaro Oliviero e Pina Picierno, non si sono assolutamente visti! E’ lo stesso Marotti, presidente del seggio istituito in città a darne notizia: “E’ strano che gli aderenti al Pd locali è penso al consigliere comunale Giuseppe Gaetano, candidato a sindaco lo scorso anno, non siano intervenuti alle operazioni di voto di domenica. Io avevo preso un impegno personale con Vincenzo De Luca, candidato alle primarie, per sostenerlo. Pensavo che un maggior apporto, oltre ai 132 votanti venuti al seggio e che ringrazio uno per uno, da parte del Pd locale, lo potevamo ottenere. Ed invece con suprema meraviglia i tanti autoreferenziati e autoproclamati appartenenti al Partito Democratico, hanno preferito altro.” Giova ricordare che Carlo Marotti non è un tesserato del Pd, ma del Centro Democratico, alleato del partito renziano e con il movimento di Bruno Tabacci, segretario nazionale di CD, sarà candidato alle prossime elezioni regionali per sostenere De Luca. Il Pd locale, chiaramente, potrebbe riscattarsi e dare una bella fetta di voti ad un candidato del posto, per permettergli quanto meno di fare un apprezzabile figura. Ma si sa che i voti del Matese tutto, per la maggior parte vanno a casertani e aversani, per la serie autotagliamoci gli zebedei da soli!

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: GIOIA SANNITICA. Lo strano caso delle Primarie Pd in città. I tesserati più in vista, vedi tra l’altro il consigliere comunale Giuseppe Gaetano, non vanno a votare!.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

***I RISULTATI DELLE PRIMARIE NEL SANNIO*** Qui stravince Andrea Cozzolino che “doppia” Vincenzo De Luca. I VOTI COMUNE PER COMUNE

Pubblicato il 2 marzo 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Marco Di Lello non è pervenuto, 125 preferenze in 63 seggi stabiliti nell’intera provincia. Cozzolino fa il pieno con 9954 preferenze. De Luca meno della metà, 4055 voti…
Ecco i numeri delle primarie della provincia di Benevento. Totale votanti: 
14412, Cozzolino (foto a sx): 9954, De Luca (foto a dx) 4055, Di Lello 125 preferenze.
Airola: Cozzolino 184, De Luca 179, Di Lello 1. 
Amorosi: Cozzolino 65, De Luca 43, Di Lello 2. 
Apice: Cozzolino 94, De Luca 81. 
Apollosa: Cozzolino 66, De Luca 33. 
Arpaia: Cozzolino 6, De Luca 15. 
Arpaise: Cozzolino 37, De Luca 32.
Baselice: Cozzolino 42, De Luca 32. 
Benevento: Cozzolino 1378, De Luca 650, Di Lello 23. 
Bucciano: Cozzolino 72, De Luca 34. 
Buonalbergo: Cozzolino 89, De Luca 25, Di Lello 2. 
Casalduni: Cozzolino 196, De Luca 23, Di Lello 1. 
Castelfranco: Cozzolino 96, De Luca 12. 
Castelpagano: Cozzolino 73, De Luca 18, Di Lello 1.
Castelpoto: Cozzolino 83, De Luca 15. 
Castelvenere: Cozzolino 33, De Luca 43, Di Lello 2. 
Castelvetere: Cozzolino 10, De Luca 10.
Cerreto Sannita: Cozzolino 25, De Luca 27, Di Lello7.
Colle Sannita: Cozzolino 56, De Luca 20. 
Dugenta: Cozzolino 133, De Luca 24. 
Durazzano: Cozzolino 35, De Luca 45. 
Faicchio: Cozzolino 55, De Luca 47, Di Lello 1. 
Foglianise: Cozzolino 9, De Luca 28. 
Foiano: Cozzolino 203, De Luca 7. 
Forchia: Cozzolino 65, De Luca 4.
Fragneto L’abate: Cozzolino 101, De Luca 17. 
Fragneto Monforte: Cozzolino 114, De Luca 55. 
Frasso Telesino: Cozzolino 313, De Luca 95. 
Ginestra: Cozzolino 41, De Luca 17, Di Lello 2. 
Guardia Sanframondi: Cozzolino 430,  De Luca 60, Di Lello 6. 
Limatola: Cozzolino 410, De Luca 15, Di Lello 15. 
Melizzano: Cozzolino 389, De Luca 11. 
Moiano: Cozzolino 89, De Luca 125.
Molinara: Cozzolino 56, De Luca 27.
Montefalcone: Cozzolino 43, De Luca 40, Di Lello 1.
Montesarchio: Cozzolino 64, De Luca 165, Di Lello 5.
Morcone: Cozzolino 50, De Luca 136. 
Paduli: Cozzolino 119, De Luca 31.
Pago Veiano: Cozzolino 83, De Luca 22. 
Pannarano: Cozzolino 110, De Luca 23. 
Paolisi: Cozzolino 67, De Luca 75. 
Paupisi: Cozzolino 238, De Luca 18. 
Pesco Sannita: Cozzolino 29, De Luca 5. 
Pietrelcina: Cozzolino 33, De Luca 16. 
Pontelandolfo: Cozzolino 81, De Luca 8. 
Puglianello: Cozzolino 125, De Luca 176. 
Reino: Cozzolino 221, De Luca 15. 
San Bartolomeo in Galdo: Cozzolino 170, De Luca 16, Di Lello 2. 
San Giorgio del Sannio: Cozzolino 345, De Luca 443, Di Lello 4. 
San Giorgio Molinara: Cozzolino 26, De Luca 50. 
San Leucio del Sannio: Cozzolino 25, De Luca 84, Di Lello 3. 
San Lorenzello: Cozzolino 57, De Luca 37. 
San Lorenzo Maggiore: Cozzolino 81, De Luca 27, Di Lello 3.
San Lupo: Cozzolino 23, De Luca 4, Di Lello 10. 
San Marco Cavoti: Cozzolino 109, De Luca 128. 
San Nicola Manfredi: Cozzolino 106, De Luca 31, Di Lello 1. 
Santa Croce del Sannio: Cozzolino 5, De Luca 25. 
Sant’ Agata de’ Goti: Cozzolino 1254, De Luca 105, Di Lello 5. 
Sant’ Angelo a Cupolo: Cozzolino 38, De Luca 110, Di Lello 2.
Solopaca: Cozzolino 463, De Luca 81, Di Lello 8. 
Telese Terme: Cozzolino 253, De Luca 190, Di Lello 4.
Tocco Caudio: Cozzolino 84, De Luca 10. 
Torrecuso: Cozzolino 389, De Luca 50, Di Lello 13.
Vitulano: Cozzolino 199, De Luca 31.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ***I RISULTATI DELLE PRIMARIE NEL SANNIO*** Qui stravince Andrea Cozzolino che “doppia” Vincenzo De Luca. I VOTI COMUNE PER COMUNE.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

Piedimonte Matese. Ospedale: portineria chiusa di notte a tempo indeterminato

Pubblicato il 2 marzo 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Chi dovrà vigilare sugli ingressi e le uscite dal nosocomio nelle prossime settimane? 
L’ospedale di Piedimonte Matese, secondo alcune indiscrezioni trapelate, la notte sarà “sguarnito”, ovvero senza un servizio di portineria che possa vigilare sugli ingressi e le uscite dal presidio ospedaliero. In pratica ampia libertà a chi la notte vuole fare una passeggiata nel nosocomio. A dire il vero qualche “incidente diplomatico” è capitato già nel passato, su tutti il ritrovamento di un uomo deceduto nella sala di attesa del Pronto Soccorso qualche anno fa. Ma anche casi minori, sembra si verifichino tuttora. In ogni caso i turni predisposti per marzo coprono la presenza del personale in portineria dalle 08,00 alle 14,00 e dalle 14,00 alle 20,00, dopodiché dalle 20,00 fino al mattino successivo la portineria resterà chiusa. E questa è solo una delle tante vicende che vedono la struttura matesina protagonista.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. L’ospedale di notte non dispone più del servizio portineria. I turni di marzo coprono dalle 8,00 alle 14,00 e dalle 14,00 alle 20,00..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto
Pagina 799 di 890« Prima...102030...797798799800801...810820830...Ultima »

© 2015 teleradio-news ♥ il tuo sito web senza pubblicità invadente copyright - Tutti i diritti riservati - All Rights Reserved; Sviluppato da PSD to Wordpress; Disegnato da ; ; Realizzato da WordPress & Web Design Company per TeleradioNews
[ Vai all'inizio della pagina ] 120 queries, 2,987 seconds.